Pannello solare termico

Il pannello solare termico (la denominazione tecnica è collettore solare) è un dispositivo per la conversione dell'irraggiamento solare in energia termica e al suo trasferimento, per esempio, verso un accumulatore termico per un uso successivo: produzione di acqua calda , riscaldamento degli ambienti e raffrescamento solare (solarcooling).
Un sistema solare termico normalmente è composto da un pannello che riceve l'energia solare, da uno scambiatore dove circola il fluido utilizzato per trasferirla al serbatoio utilizzato per immagazzinare l'energia accumulata.
Il sistema può avere due tipi di circolazione, naturale o forzata.

AQUA PLASMA_3D_RGB

Pannello a  Circolazione Naturale
Il sistema a circolazione naturale funziona per convezione. Il liquido vettore riscaldandosi nel pannello solare si dilata e galleggia rispetto a quello più freddo presente nello scambiatore del serbatoio di accumulo. Spostandosi, quindi nello scambiatore posto più alto rispetto al pannello solare cede il suo calore all'acqua sanitaria del secondario. Questa tipologia è più semplice di quella a circolazione forzata.

Non esiste consumo elettrico dovuto alla pompa di circolazione e alla centralina solare. Il fluido vettore usato nel circuito primario è glicole propilenico atossico (comunemente conosciuto come antigelo) miscelato con acqua in una percentuale tale da garantire un'adeguata resistenza al gelo.
Affinchè avvenga la “circolazione naturale” il serbatoio  deve essere collocato più in alto dei pannelli a cui è collegato ( a volte a discapito dell'estetica dell'edificio). Può essere usato come integrazione ad un termocamino, termocucina o caldaia a gas o pellet.

Pannello a  Circolazione Forzata
Diversamente dai sistemi a circolazione naturale, in quelli a circolazione forzata  la posizione del serbatoio di accumulo per l'acqua calda può essere scelta in funzione delle esigenze del cliente.
Questa soluzione è consigliata per impianti utilizzati per tutto l’anno e integrati con il riscaldamento domestico.

uffici-6

Il fluido termovettore generalmente è costituito da acqua od una miscela di acqua e antigelo; riscaldato dall’energia solare catturata dal pannello viene  fatto circolare tramite una pompa elettrica all'interno del serbatoio di accumulo ed utilizzato per riscaldare l'acqua al suo interno.
Il sistema a circolazione forzata bene si abbina a lavorare in coppia con la caldaia a gas, pellet ed altri generatori a biomassa.
La resa migliore  sia per il sanitario che per i sistemi integrati al il riscaldamento, è data dai pannelli solari sottovuoto , in quanto danno una massima produzione d’energia anche nei periodi invernali ed i tubi sottovuoto riducono notevolmente le perdite termiche.